una volta entrata nel tunnel non provare a zampettarci fuori un attimo!

Stamattina sono andata al centro A a consegnare il mio referto delle beta e sono tornata a casa con una confezione di ciglia finte a ciuffetti e le unghie di color Tiffany glitterate.
E non è un regalo di consolazione del SSN in caso di fallimento della pma.
Ma facciamo un passo indietro.
Mercoledì beta negative. Che si fa?
Dovete sapere che, una volta entrati nel tunnel della pma, non è facile uscirne, ma la pma determina dipendenza, esattamente come il gioco d’azzardo in una mente predisposta.
Io e Ya Habibi, da bravi calcolatori con ansie di controllo, abbiamo fatto i nostri piani: ci rimettiamo in lista nel centro A, nel frattempo andiamo sia dalla ginecologa del centro A a fare il punto della situazione, sia da quella del centro B, in cui in realtà vorremmo fare il secondo tentativo. Tanto, secondo i nostri conti, al centro A mi avrebbero fatto presumibilmente il secondo ciclo a fine giugno, al centro B a fine agosto.
Noi, ci siamo detti, optiamo per quest’ultimo così nel frattempo io mi ripiglio, ci infilo un esame preparato in santa pace e ci facciamo un bel viaggio in Russia.
Insomma -rimaniamo tutti concentrati- il piano era: secondo tentativo al centro B a fine agosto, con messa in lista temporanea al centro A, in attesa della visita dalla ginecologa del centro B. Oplà!

E invece no! Che bella l’illusione di programmare!
Quando oggi al centro A ho chiesto di essere messa di nuovo in lista, l’infermiera ha ravanato un po’ nella mia cartella e, inserendo i miei dati nel computer, mi ha perentoriamente comunicato ‘Ma che lista, ha l’appuntamento il 29 aprile. Lei deve essere a digiuno, suo marito può far colazione. Ecco il promemoria. Avanti la prossimaaaa’. E col mio foglietto in mano mi sono trovata nuovamente nel tunnel, da cui ero momentaneamente zampettata fuori durante il weekend.

Cioè, ragioniamo, il 29 aprile è dopodomani. Cioè io ho i capezzoli che si stanno riprendendo, le mie tette che si sono appena messe in relax, cioè il mio appetito si è normalizzato da 3 giorni, gli stessi in cui mi sono fatta delle fantastiche ronfate notturne. Ho ripreso da un giorno la mia godereccia vita sessuale con mio marito e tra un mese si riparte? OMG!
E da qui potete ricollegare le ciglia a ciuffetti e le unghie tiffany glitterate…

Pensando a mente fredda, io e Ya Habibi avevamo fatto i calcoli introducendo giusto un paio di distorsori della programmazione. Una sana rimozione della mia penosa situazione ovarica e una bella deresponsabilizzazione: si va a fine agosto perchè questi sono i tempi del SSN, sappiamo (quando non rimuoviamo) che a fine agosto la mia situazione potrebbe essere peggiorata (o forse anche no, non ci è dato di saperlo), ma non possiamo farci nulla.
E invece, cara part-time, vuoi riprovarci a fine agosto? Benissimo, allora accetti che non hai nessuna voglia di ributtarti subito nella faccenda e ti assumi la responsablità di jumpare al momento che preferisci. Sapendo che ti avvicini sempre più alla strada dell’ovodonazione.

Io e Ya Habibi ci siamo comunque posti una deadline: non più di tre tentativi. Le motivazioni sono varie, sia di tutela della nostra vita di coppia, che della mia identità extra-materna a cui si aggiungono motivazioni di carattere medico. Mi è sempre stato insegnato che più di tre tentativi diventa accanimento terapeutico e ci si espone ad un rischio aumentato di cancro ovarico. Quindi, ricerca di un figlio ok, ossessione no. E lo abbiamo stabilito ora, quando ci rimane ancora un filo di lucidità.
Poi, nel caso, se ancora vorremo un figlio dopo tre tentativi falliti, ci rimarrà l’ovodonazione, perchè l’adozione, per come funziona in Italia, a noi non va. L’idea dell’ovodonazione la stiamo elaborando. Abbiamo bisogno di tempo per pensare, digerire, ascoltarci. Abbiamo bisogno di leggere, parlare e confrontarci. Per ora non sappiamo. Si vedrà.
Nel frattempo ci aspettano giorni di riflessione e di nuove scelte.

E di ciglia a ciuffetti.
E di unghie glitterate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...