la cova

Del microbo non ci sono notizie. Se Embry esiste ancora, oggi dovrebbe essere una blastocisti di un centinaio di celluline e dovrebbe essergli comparsa una cavità piena di liquido. A ‘sto punto dovrebbe iniziare ad attaccarsi al mio endometrio, che nel frattempo ho reso una culla supermorbida, confortevole e allettante grazie ad un supplemento di progesterone che sto usando quotidianamente. E a Embry conviene attaccarsi (capito laggiù!) anche perchè ormai le scortine di pappa con cui è arrivato sono finite e quindi deve iniziare a creare quel binomio che si porterà dietro per un po’di anni: mamma=pappa.
Io da due giorni ho doloretti premestruali, altamente aspecifici e dei capezzoli duri e dritti che arrapano molto Ya Habibi, ma che a me danno un fastidio terribile.
Però, devo ammettere che essere in cova ha i suoi vantaggi: da moglie Part-time sono diventata Queen Part-time!
Posso contare sulla colf quattro volte a settimana, su un marito cuoco che si cimenta anche in nuovi esperimenti culinari ( ovviamente non pensate a chissacchè, per noi le patate al forno a partire dal sacco di tuberi con buccia sono motivo di vanto!), su facchini vari che mi fanno la spesa, dame e damigelli di compagnia che passano ad intrattenermi amabilmente.
A Ya Habibi è però venuta la fissa del pavè, in quanto manto stradale irregolare, causa di vibrazioni e sobbalzi, che potrebbero infastidire Embry (ognuno gestisce l’ansia come può!). Quando venerdí siamo tornati dal centro A a casa, ci abbiamo impiegato 35 buoni minuti, quando normalmente in 10 minuti ce la saremmo cavata. E non per colpa del traffico o di strani lavori in corso pro-expo, ma perchè YaHabibi aveva studiato un percorso in auto che includesse il meno pavè possibile. Ancora poco e temevo che prendesse la tangenziale per riportarmi a casa.
E la fobia del pavè si è ripresentata anche nel weekend. Abbiamo fatto dei tragitti brevissimi in auto, con Ya Habibi che faceva gincane e slalom: salta il tombino e vinci 300 punti, trova una strada senza binari del tram e hai due vite di bonus!
Da oggi, purtroppo, sono Queen Part-time senza King (lacrimuccia), che ha ripreso la routine lavorativa nell’area depressa e depressogena d’Italia.
Io dovrei ricominciare a studiare. Mi ero ripromessa che entro ora di pranzo avrei ripreso in mano il materiale d’esame e avrei rifatto un planning. Ve lo devo anche dire che per ora non ho fatto un tubo di niente? Ve lo devo anche dire che mi sto già rimproverando? Però, attenzione, c’è una possibiltà di rimonta, ho ancora un’oretta a disposizione. Spero che a Embry non passi la voglia di attaccarsi all’endometrio, scoprendo cosa gli toccherebbe sorbirsi nei prossimi mesi di soggiorno, nel caso in cui avesse intenzione di permanere..

Annunci

2 thoughts on “la cova

  1. eccomiii volevo commentare ma poi siam stati via questo fine settimana…dai dai brava continua cosi, stai tranquilla, rilassati, e non ti preoccupare per il pave heheheh E’ dura lo so, ma noi facciamo tutto il tifo per voi!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...